DR. TOMMASO BERNARDI OSTEOPATA D.O. DR. TOMMASO BERNARDI OSTEOPATA D.O.
- Banda Ileo Tibiale
- Cefalea
- Cervicalgia
- Colpo di Frusta
- Epicondilite
- Ernia Cervicale
- Ernia Lombare
- Spina Calcaneare/Fascite
- Gravidanza
- Lombalgia
- Osteopatia e Ortodonzia
- Osteopatia Viscerale
- Piede e Distorsione Caviglia
- Prima seduta di Osteopatia
- Pubalgia
- Scoliosi
- Sindrome del Tunnel Carpale
- Sindrome dello Stretto Toracico
- Sindrome Femoro Rotulea
- Spalla Dolorosa
- Trattamento Neonati
- Vertigine
- Vista e Postura
INDICAZIONI TERAPEUTICHE
SINDROME DELLA BANDELLETTA ILEO TIBIALE
SINDROME DELLA BANDELLETTA ILEO TIBIALE
La sindrome della bandelletta ileo tibiale è un processo di tipo infiammatorio della parte distale della bandelletta di Maissat, e delle strutture sottostanti (borsa e periostio), nel punto in cui incrocia l’epicondilo laterale del femore. La bandelletta ileotibiale è una struttura fasciale, che origina dal tubercolo della cresta iliaca, dando inserzione al gluteo massimo e al tensore della fascia lata, decorre lungo la faccia laterale della coscia e si inserisce sul tubercolo laterale della tibia (di Gerdy) e sulla testa del perone. Possiede piccole inserzioni sul retinacolo rotuleo laterale e sul bicipite femorale. A questo livello una borsa sierosa facilita lo scivolamento della bandelletta sul condilo laterale. La sua funzione è quella di stabilizzare in lateralità l’arto inferiore ed il bacino.
Quando il ginocchio si porta dalla completa estensione verso la flessione, la benderella ileotibiale si porta da una posizione anteriore a una posizione posteriore rispetto all'epicondilo laterale del femore ed il passaggio avviene a 30° circa di flessione del ginocchio; viceversa nel movimento opposto. La ripetuta flesso estensione del ginocchio soprattutto durante attività sportive quali la corsa può determinare un'infiammazione della benderella ilio tibiale, dei tessuti molli circostanti delle borse.
SINDROME DELLA BANDELLETTA ILEO TIBIALE  
I sintomi che avverte iI paziente in genere sono dolore sulla faccia laterale del ginocchio, senso di bruciore che si accentua durante la corsa o quando la bandelletta passa sopra l’epicondilo laterale del femore tanto che può presentarsi anche nel salire e scendere le scale.
I sintomi di solito spariscono a riposo. Nella zona dolorosa è possibile una tumefazione localizzata sull’'epicondilo laterale del femore e sul tubercolo di Gerdy: quando si muove il ginocchio per tutto il suo arco di movimento, quando la benderella ileotibiale passa sull’epicondilo si possono avvertire oltre al dolore, scatti, rumori o crepitii.
La sindrome della bandelletta ileo-tibiale può essere considerata, sostanzialmente, una sindrome da sovraccarico le cui cause possono essere fatte risalire al concorso di fattori predisponenti e di condizioni di tipo sportivo: dismetria degli arti inferiori, piede tendente alla pronazione, allenamenti troppo intensi e/o mal condotti, condili laterali troppo prominenti, ginocchio varo, poco lavoro di stretching. È una sindrome che colpisce in particolar modo i podisti, ma non è infrequente anche in coloro che praticano altri tipi di sport come, per esempio, i calciatori, i cestisti e i pallavolisti.
Il trattamento prevede un riequilibrio delle tensioni che arrivano al ginocchio, un massaggio trasversale profondo della bandelletta ileo tibiale stessa, riarmonizzare il quadricipite, gli ischio crurali, i glutei, ecc.